3 - Struttura della composizione     scarica il pdf della guida

Vai alla pagina ottimizzata per schermi ampi                     Torna all'elenco Guide

Prima pubblicazione: Dicembre 2006
Quanto descritto è stato realizzato utilizzando versioni di Band-in-a-Box 2004/5/6 per Windows

Una personalizzazione molto redditizia e al tempo stesso pericolosa (perché può stravolgere completamente una Song) è offerta dalla possibilità di modificare la struttura della composizione (per struttura qui intendo l'insieme della successione di accordi, il ritmo e lo stile generale).

Chiudete gli occhi ed immaginate di trovarvi seduti in una sala per conferenze, avete di fronte 3 possibili stati emotivi, il più vantaggioso è che il tema di discussione vi stia tanto a cuore da rimanere incantati per ogni parola pronunciata dal relatore. Una seconda possibilità è che la cosa non v'interessi, chi parla usa toni di voce impietosamente monotoni, senza alcuna pausa, senza alcuna forma di distacco tra un argomento e l'altro, in questo caso potreste cadere in uno stato di sonno profondo! La terza possibilità è che il relatore abbia una gran personalità, una grandissima capacità di trasformare parole, gesti, toni della voce, sguardo, sorrisi, in un'alluvione di comunicatività (badate che anche un colpo di tosse può suscitare attenzione), ecco che allora vi sentireste coinvolti anche se si parlasse dei problemi di sviluppo edilizio delle formiche abitanti in un ex campo di calcio abbandonato anche dal nuovo piano regolatore comunale!

Come nell'esempio della conferenza anche una Song è costituzionalmente retta da frasi (se possibile di diversa intensità emotiva, di umore variabile, colpi di tosse compresi), qui non vorrei addentrarmi in un tentativo di catalogare tutti i termini solitamente usati per definire i vari versi, chorus, ritornelli, incisi, coda, finale, ecc., amo pensare ad una Song come un insieme di frammenti ritmico-melodici, dei quali il più breve può essere un Intro od un Finale, uno più lungo può andar bene come Bridge, un altro ancora più lungo è sicuramente adatto come Chorus, Ritornello o dir si voglia.
Volete schiarirvi le idee sull'argomento?
Mi piace molto la descrizione contenuta in questa pagina web, semplice ma veramente esauriente: Musica e testo poetico.
Gli autori della pagina si sono ispirati a scritti e parole rispettivamente del libro "Il suono in cui viviamo" di Franco Fabbri ediz.Feltrinelli, e dell'esperto Walter Muto.
Altre utili notizie sul Portale delle risorse didattiche gratuite per docenti e studenti: Atuttascuola

Quando mi sono imbattuto in Band-in-a-Box ho trascorso del tempo cercando di capire quale poteva essere il miglior modo di usare questo programma, fargli generare delle Songs o delle sole basi su cui improvvisare appariva la strada più ovvia e semplice, ma temevo che col tempo la monotonia l'avrebbe fatta da padrona. Mi sbagliavo perché gli sviluppatori del software hanno lasciato molte porte aperte permettendo agli stessi utilizzatori di portare alla luce le proprie capacità creative, affiancandole a quelle del programma.


Ecco l'esempio Accordi su SDM, una semplice ma originale base con la quale potersi esercitare, tutto è programmabile dalla finestra d'inserimento degli Accordi.
Inseriamo gli Accordi per le sole prime 7 misure, stile FOLK101 e tempo metronometrico 90:

Figura 14
Figura 14
clicca sulla figura per visualizzarla grande

inseriamo altre 2 volte la stessa successione di Accordi, ma ogni volta una quinta sopra rispetto il giro armonico precedente, inoltre nel giro armonico centrale indichiamo al programma di suonare solo la traccia di chitarra.

Figura 15
Figura 15
clicca sulla figura per visualizzarla grande

Togliamo il segno di spunta (se presente) alla casellina Album, nella parte centrale della finestra, appena sopra l'area di inserimento degli Accordi, posizioniamoci sulla misura 7 e con il menu contestuale Impostazioni Misura apriamo la finestra Modif. config. Misura attuale

Figura 16
Figura 16
clicca sulla figura per visualizzarla grande

in Cambia tempo a digitiamo 84 e ripetiamo questa opeazione anche nelle successive misure seguendo questo schema

    - alla misura 8 inserire 90
    - alla misura 9 inserire 100
    - alla misura 10 inserire 110
    - alla misura 11 inserire 125
    - alla misura 12 inserire 140
    - alla misura 13 inserire 150
    - alla misura 14 inserire 145
    - alla misura 15 inserire 120

Riposizioniamoci alla misura 8 e sempre dalla finestra Modif. config. Misura attuale per mezzo del tasto .STY cerchiamo e selezioniamo lo stile ACBALLAD, eseguiamo la stessa operazione alla misura 15 selezionando lo stile FOLK101 (quello d'inizio Song).

 

Alla misura 22 attraverso il menu contestuale Impostazioni brano (in base alla versione del software qui potrebbe essere necessario aprire anche una scheda titolata Altri param. Brano) spuntiamo la casellina Genera 2 misure conclusive,

Figura 17
Figura 17
clicca sulla figura per visualizzarla grande

Nella stessa finestra clicchiamo su Impostazioni Accordo ed inseriamo nel movimento 1 l'accordo Gmaj7, nel movimento 2 l'accordo AbMaj7 e nel movimento 3 ancora l'accordo GMaj7.

Figura 18
Figura 18
clicca sulla figura per visualizzarla grande

La figura 18 mostra all'incirca come apparirà graficamente la finestra d'inserimento accordi al termine delle varie modifiche e personalizzazioni (possono esserci differenze grafiche tra versioni del software, anche in base alle impostazioni dello stesso).


Di questo arrangiamento non ho creato il file mp3, ho inserito solo il file generato in Band-in-a-Box perché lo scopo principale di questa guida è mostrare alcune funzioni del programma. Vorrei inoltre sottolineare che alcune impostazioni (come ad esempio i cambiamenti di tempo) possono sembrare esagerate nell'arrangiamento appena descritto, ma la cosa è voluta e sempre per evidenziare maggiormente un tipo di modifica che a mio parere dovrebbe essere presa in seria considerazione.

Per un po' nella vita ho suonato qualche strumento (alcuni più seriamente di altri) ma ho trascorso sicuramente più tempo ad ascoltare altri musicisti suonare, questo mi ha portato a sviluppare la consapevolezza che i cambiamenti di ritmo, di volume, talvolta anche di stile, accrescono l'attenzione dell'ascoltatore, favorendo in lui un ricordo più positivo e duraturo di quanto udito.

 

Vai alla Guida 4 - Songs: acrobazie

Torna alla Guida 2 - Modificare uno Stile

 


Ultime modifiche in questa pagina:   17-Ago-2019